Lo strettoio

0
2
strettoio

Lo strettoio serve per mantenere in pressione i pezzi incollati

Lo strettoio é costituito da una barra ad L capovolta, il cui lato corto ha l’estremità ripiegata il basso ed appiattita a formare una ganascia, mentre sul lato lungo è inserito un secondo elemento scorrevole. All’estremità opposta di questo secondo elemento è presente una sede filettata, entro la quale ruota una barra che, all’estremità superiore, riporta una ganascia contrapposta e corrispondente alla precedente. Tra le due ganasce possono essere serrati elementi di vario spessore.

A cosa serve

Gli strettoi servono per mantenere in pressione i pezzi incollati, per fissarli al banco durante le lavorazioni, per mantenerli provvisoriamente uniti così da poter utilizzare entrambe le mani mentre si eseguono diverse lavorazioni: in pratica è come poter contare sull’aiuto di una seconda persona.

Come si usa

Si svita a fondo la vite della ganascia mobile e si fanno entrare i pezzi da mantenere uniti nello spazio tra le due ganasce, appoggiando quella fissa su una faccia a vista dei pezzi. Si avvicina il più possibile la ganascia mobile alla faccia opposta, quindi si procede al bloccaggio serrando la vite. Esistono anche strettoi a cricchetto, che possono essere movimentati con una sola mano agendo su una leva che avvicina gradualmente la ganascia mobile; una seconda leva ne permette lo sbloccaggio.

Lascia una risposta

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome