Aspiracenere a batteria E12B | Annovi Reverberi

79,90 

L’aspiracenere a batteria E12B Annovi è indicato per le ceneri fredde di camini, stufe e barbecue; con la sua potenza è l’ideale per fare pulizia senza disperdere polveri nell’ambiente

Seleziona per il confronto con altri prodotti
Category:
Marchio:

Descrizione

L’ aspiracenere a batteria Annovi E12B è indicato per le ceneri fredde di camini, stufe e barbecue; con la sua potenza è l’ideale per fare pulizia senza disperdere polveri nell’ambiente.

Le caratteristiche tecniche dell’aspiracenere a batteria E12B Annovi

  • E’ alimentato da una batteria da 18 volt, con frequenza 50-60 hertz, che garantisce un utilizzo continuativo per 20 minuti; la batteria è inserita sul coperchio di plastica nera
  • In pieno funzionamento assorbe una potenza di 110 watt
  • Il suo fusto in acciaio ha una capacità di 12 litri
  • Aspira 16 litri di aria al secondo creando una depressione  di 6 Kpa
  • Ha un funzionamento discretamente silenzioso producendo un livello di potenza sonora pari a 72 decibel
  • Monta un filtro ad alta efficienza plissettato e lavabile con protezione metallica
  • Le cerniere di aggancio e sgancio del coperchio consentono una facile pulizia del filtro e del fusto al suo interno
  • Una robusta maniglia integrata, abbassabile sul coperchio per ridurre l’ingombro, ne agevola il sollevamento (la macchina non dispone di ruote) e lo spostamento

Precauzioni per un uso corretto

L’aspiraceneri non va usato su ceneri calde o qualsivoglia sostanza infiammabile; è bene controllare sempre prima dell’uso che il materiale da aspirare non sia ancora surriscaldato. Si consiglia di pulirlo sempre accuratamente dopo ogni utilizzo.
Al prefiltro, montato sul coperchio dell’aspiratore, si accede agendo sui ganci che bloccano il coperchio; si scuote verticalmente il coperchio per far ricadere la cenere in eccesso dentro il bidone. Si smonta il prefiltro in tessuto ritardante e lo si scuote senza mai lavarlo. Il filtro a cartuccia, smontato e scosso, può essere sciacquato sotto acqua corrente, lasciato asciugare e rimontato solo quando sia perfettamente asciutto.
La batteria si estrae dalla sua sede agendo sul dispositivo di bloccaggio e si inserisce nell’apposito caricabatterie e, quando si rimette in sede, va spinta fino a sentire il click di innesto. Se l’apparecchio resta a lungo inutilizzato la batteria va ricaricata ogni 4 mesi.